Dopo 17 anni si fa luce su uno dei tanti efferati delitti di mafia in provincia di Palermo. Era l’ottobre del 2000 quando Giampiero Tocco fu sequestrato e sciolto nell’acido. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Palermo, Fabrizio La Cascia per quattro uomini. Le indagini sono state coordinate dalla Procura distrettuale, diretta da Francesco Lo Voi, e dai Sostituti Procuratori Annamaria Picozzi, Roberto Tartaglia e Amelia Luise.

I provvedimento sono stati emessi nei confronti di quattro di Ferdinando Gallina, 40 anni, Giovan Battista Pipitone, 68 anni, Vincenzo Pipitone. 61 anni e Salvatore Gregoli, 59 anni accusati dell’omicidio di Giampiero Tocco ucciso con il metodo della lupara bianca.

Per continuare a leggere clicca qui