In Procura continuano gli interrogatori di garanzia dei dipendenti comunali del comune di Termini Imerese. Un altro impiegato risponde alle domande del Gip e scatta la seconda revoca della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
Si tratta di Ignazio Demma, difeso dall’avvocato Giovanni Costanza (nella foto in evidenza). Il dipendente comunale è stato sottoposto interrogatorio dal Gip di Termini Imerese, Stefania Gallì, che ha revocato con effetto immediato all’indagato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

«Il mio cliente – afferma l’avvocato Giovanni Costanza – ha risposto tranquillamente alle domande del Gip e del Pubblico Ministero, Guido Schininà, chiarendo la sua posizione in merito ai fatti addebitati».

«Per questo – conclude il legale – la misura cautelare è stata revocata perché sono venuti i gravi indizi di colpevolezza che l’avevano determinata».

 

Leggi anche:

Termini Imerese, revocate le misure cautelari per Giovanni Conigliaro. Pace: “Venuti meno i gravi indizi di colpevolezza”

Termini Imerese, dipendenti comunali indagati per falsa attestazione e truffa. Interrogatori di garanzia