Domenica 21 ottobre, in occasione della Giornata Europea de I Parchi Letterari, a Polizzi Generosa si terrà una giornata dedicata al genio letterario di Giuseppe Antonio Borgese ed al suo amore per la terra in cui è nato e cresciuto.
L’incontro si svolgerà a partire dalle ore 18:00 presso il Cinema Cristallo. Dopo un’introduzione da parte della professoressa Ida Rampolla del Tindaro, si terrà una lettura di brani tratti dall’opera di Borgese accompagnata dalla proiezione di immagini scattate da Luciano Schimmenti.

Per saperne di più sull’iniziativa abbiamo parlato con Schimmenti, fotografo ed appassionato dell’opera di Borgese che ha contribuito all’organizzazione dell’evento.

Racconti ai lettori chi è stato Giuseppe Antonio Borgese.
«Borgese è stato un intellettuale di fama internazionale, che ha dominato la scena letteraria ma che non è stato compreso a pieno e probabilmente non è stato adeguatamente apprezzato, almeno in Italia.
Oltre che scrittore di romanzi e poeta di altissimo livello, si distinse per il suo rifiuto di prestare il giuramento al regime fascista, ed insieme a Thomas Mann e altri intellettuali fondò il Comitato per la Costituzione Mondiale, basato sulla necessità della costruzione di un governo globale a seguito delle atrocità della Seconda Guerra Mondiale e delle crescenti preoccupazioni per la corsa agli armamenti nucleari.
Il progetto gli valse la proposta di nomina al Premio Nobel per la Pace, presentata all’istituto per il Nobel norvegese dall’Università di Chicago, dove Borgese stesso insegnò per diversi anni durante il suo periodo di esilio volontario negli Stati Uniti».

Vi aspettate una grande partecipazione da parte dei cittadini?
«Sicuramente si, Borgese è una figura importantissima per Polizzi Generosa. Inoltre, nonostante qui lo scrittore venga ricordato spesso in manifestazioni culturali ed eventi, è la prima volta che viene organizzata una manifestazione così rilevante oltre che con il patrocinio dei Parchi letterari anche di quello della Società Dante Alighieri. Come già detto, l’immensa opera di Borgese viene spesso dimenticata e quindi iniziative come questa sono di notevole importanza per riportarla all’attenzione del grande pubblico e della critica letteraria». 

Può dirci qualcosa in più sul progetto che state realizzando?
«In molte tra le sue opere Borgese dedica delle bellissime parole ai borghi delle Madonie, in particolare alla sua Polizzi Generosa, borgo natio mai dimenticato. Nelle sue frasi si possono incontrare diversi ricordi felici che esprimono la profonda nostalgia del periodo della sua giovinezza trascorso in Sicilia, prima di trasferirsi a Firenze. Leggendo le sue descrizioni e i suoi racconti mi sono accorto che molti dei suoi pensieri presentavano una profonda relazione con immagini di Polizzi e dei suoi paesaggi che io stesso ho fotografato negli ultimi anni.
Da qui è nata l’idea di selezionare e raccogliere in un libro di 200 pagine, tutti i riferimenti che Borgese fa a Polizzi Generosa e alla zona delle Madonie, accompagnando le sue intense descrizioni con delle foto di questi luoghi. Il libro sarà ultimato e pubblicato a breve, con l’obiettivo di recuperare la memoria di questo grandissimo autore siciliano». 

Ci piace concludere con un estratto di Giuseppe Antonio Borgese da Giglio di Roccia pubblicato nel 1952:
“Lassù nelle Madonie, che è il nome degli Appennini di Sicilia, dove non sono tornato ancora, il paese dei miei primi anni ha spazio. In tutto il gran scenario, oleandri lungo la valle classica, olivi di greppo in greppo, vette chiare calanti a schiera dagli acropoli del centro al mare, infine il mare d’Imera, tagliato a spicchio, dietro l’ultima quinta, non si vede altra città o villaggio. Polizzi Generosa, drappeggiata nel suo superbo epiteto, torreggia da sola”.

 

Precisazione: L’intervistato tiene a precisare che «A Polizzi Generosa (ma anche altrove) di iniziative ed eventi di grande rilievo, sul nostro Borgese, ne sono state realizzate spesso e molte, tuttavia quella del 21 ottobre p.v. per il suo contenuto possa, forse, essere una novità. Diversa da altre iniziative».