Nel corso delle festività natalizie, la Polizia Ferroviaria di Palermo ha realizzato un massiccio piano di controllo del territorio ferroviario per prevenire e contrastare non solo la commissione dei reati in genere ma anche quelli di specifica pertinenza ferroviaria come i furti di rame e di materiale ferroso ed il contrasto alle attività terroristiche. Lo scenario internazionale, infatti, più che negli anni passati ha fatto sì che si attivassero misure di sicurezza più stringenti per garantire un sereno svolgimento delle Festività Natalizie. Il grande afflusso di viaggiatori e turisti che ha interessato la Stazione di Palermo C.le è stato attenzionato particolarmente dai controlli della Polfer, che è riuscita a garantire un regolare flusso dell’utenza nonostante i controlli più serrati a cui spesso è stata sottoposta.
I controlli, comunque, sono stati apprezzati dai viaggiatori stessi che hanno avvertito un maggior senso di sicurezza grazie alla presenza visibile e tangibile della Polizia Ferroviaria di Palermo tramite le 109 pattuglie impiegate in Stazione e le 23 a bordo treno che, nel periodo compreso tra il 19 dicembre 2016 ed il 6 gennaio 2017, hanno portato ad identificare 374 persone sospette, denunciare a piede libero 9 persone e scortare 46 treni.
Con la fine delle festività, di certo, non si esaurisce la vigilanza della Polfer che, anzi, è già ripartita con nuovo impulso visto che, con la ripresa delle attività scolastiche, si registrerà un cambiamento della tipologia dei viaggiatori. Per questo, accanto alla costante tematica della sicurezza delle Stazioni Ferroviarie in quanto obiettivi sensibili per possibili attentati terroristici, oltre ad altre attività criminose, si presta particolare attenzione a specifiche tipologie di reato tipiche di un’utenza più giovane quali danneggiamenti e graffitaggio.