Durante le trascorse festività Pasquali la Polizia Ferroviaria di Palermo Centrale, in ragione del maggior afflusso di viaggiatori e dell’emergenza terroristica internazionale, ha intensificato i controlli a bordo treno, lungolinea e nelle stazioni cittadine, volti alla prevenzione ed alla repressione dei reati in genere e di quelli specifici dell’ambiente ferroviario. Le rafforzate misure di prevenzione poste in essere hanno consentito di trarre in arresto una persona, di denunciarne tre e di rintracciare due minorenni ed uno straniero irregolare.
In particolare, nella notte del Venerdì Santo è stato arrestato tale R. F., un quarantaduenne di Termini Imerese, pregiudicato, che, per impossessarsi dello zainetto di un giovane, non ha esitato ad aggredirlo sferrandogli un improvviso pugno.

Il malfattore dopo essere fuggito con il frutto della sua rapina è stato individuato dagli agenti della Polfer che, allertati dalla stessa vittima, si sono subito messi alla sua ricerca, sorprendendolo, assieme ad altri tre ragazzi, mentre rovistava nello zainetto trafugato. Arrestato per il reato di rapina, nello stesso giorno, è stato sottoposto al rito della “direttissima” nel corso del quale gli è stata inflitta la misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria di Termini Imerese.

Gli altri tre ragazzi, anche questi tutti con precedenti, sono stati invece denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione e nei confronti di uno di questi, tunisino irregolare sul territorio italiano, è stato emesso il decreto di espulsione.