Raggiri online in tutta Italia. I Carabinieri del comando provinciale di Enna hanno eseguito una misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale nei confronti di due persone accusate di truffa aggravata a continuata.
Le indagini dei militari a Nicosia e della Sezione di P.G. seguendo le piste elettroniche dell’e-commerce, hanno svelato che una coppia, il 39enne Nicola Passalacqua e la moglie, la 33enne Laura Adamo, entrambi di Centuripe (EN),  pubblicavano annunci di vendita sul sito subito.it di parti di ricambio di moto e macchine e, dopo il pagamento, non spedivano la merce o inviavano pacchi con all’interno pezzi di ferro vecchio e parti di ricambio non conformi a quanto acquistato.

Secondo gli investigatori sono stati compiuti oltre 70 episodi di truffe perpetrate su tutto il territorio nazionale da novembre 2013 per un guadagno stimato, di oltre 80 mila euro.