Questa mattina (12 settembre), nella sala La Barbera della sede storica del comune di Termini Imerese il sindaco, Francesco Giunta, ha conferito la cittadinanza onoraria al precedente Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese, Alfredo Morvillo, oggi Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trapani e all’ex Commissario straordinario di Termini Imerese, Girolamo Di Fazio.

Morvillo, fratello di Francesca, morta nell’attentato di Capaci insieme al marito Giovanni Falcone, ha diretto la Procura termitana per otto anni, “instancabile” l’attività svolta a “sostegno della giustizia e della legalità”, scrive il primo cittadino nelle motivazioni che ha letto nel corso della commovente cerimonia.
L’ex procuratore termitano, nel corso del suo mandato, l 6 febbraio 2009 all’ 8 agosto 2017, si è particolarmente distinto presso le «scuole termitane – ha affermato Giunta – in occasione delle giornate della legalità, al fine di diffondere tra le giovani generazioni i principi e il rispetto della legalità e delle Istituzioni».

L’esperienza amministrativa termitana di Girolamo Di Fazio invece è stata di gran lunga inferiore di quella del Procuratore della Repubblica, ma alquanto intensa. Di Fazio, alto funzionario della Polizia di Stato, in quiescenza, è arrivato a Termini Imerese il 10 agosto 2016, all’indomani della nomina di Commissario straordinario del Comune e vi è rimasto fino all’indomani del ballottaggio, in occasione delle ultime elezioni amministrative.

Il neo sindaco, vincitore del ballottaggio,  l’ha definito come «un uomo leale e capace servitore dello Stato, che ha lasciato alla Città di Termini Imerese uno splendido ricordo».
Di Fazio ha dimostrato «altissime doti umane e professionali ed adoperandosi, in ogni momento, – ha affermato il Sindaco nel corso della cerimonia – al di là del proprio ruolo istituzionale, per dare risposte concrete alla Comunità termitana».

Alla stregua del Procuratore, Di Fazio ha caratterizzato la sua breve ma intensa attività amministrativa all’insegna della legalità e della trasparenza. Ha voluto bene una Comunità nel suo momento più travagliato.

Hanno presenziato alla cerimonia, tra gli altri, il nuovo Procuratore della Repubblica, Ambrogio Cartosio, il vice Questore aggiunto Francesco Cassataro ed il nuovo Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Termini Imerese, Federico Minicucci.

 

Le motivazioni del conferimento della cittadinanza onoraria:

 

Con la seguente motivazione ad Alfredo Morvillo:

“Per essersi distinto, negli oltre 8 anni di servizio svolto presso il Tribunale di Termini Imerese, in ogni circostanza, per l’encomiabile impegno civico e per la volitiva ed instancabile attività svolta a sostegno della giustizia e della legalità, mostrando sempre grandi virtù etiche nel delicato compito di esponente di vertice della Procura, svolto con equilibrio, saggezza e attaccamento al dovere.

In particolare si è distinto per l’impegno profuso presso le scuole termitane in occasione delle giornate della legalità, al fine di diffondere tra le giovani generazioni i principi e il rispetto della legalità e delle Istituzioni, coinvolgendo gli studenti delle scuole superiori attivamente, anche simulando i processi nelle aule del Tribunale”.

Con la seguente motivazione a Girolamo Di Fazio

“Per essersi distinto, durante l’espletamento del mandato, per l’encomiabile impegno profuso alla gestione del Comune di Termini Imerese, in un periodo di forti criticità economiche e amministrative, e per la determinata attività svolta, sempre guidata dai principi della legalità e della trasparenza amministrativa, dimostrando altissime doti umane e professionali ed adoperandosi, in ogni momento, al di là del proprio ruolo istituzionale, per dare risposte concrete alla Comunità termitana, con la quale ha creato, in poco tempo, un forte legame basato su rispetto e stima reciproca” .