L’incontro con i genitori era fissato per le ore 16:45, ed i docenti, come da consuetudine, sono arrivati a scuola venti minuti prima, hanno atteso il “suono della campanella”, «nella zona di pertinenza della Scuola», ha affermato il dirigente scolastico.
È successo all’ICS di Castellana Sicula lo scorso 24 ottobre. I docenti coinvolti per l’assemblea si sono ritrovati ad attendere, sotto lo sguardo attonito dei genitori, davanti il portone principale dell’Istituto di rione Frazzucchi.

La dottoressa Maria Filippa Amaradio, dal 1 settembre al comando dell’ICS Castellana-Polizzi, ha tenuto a precisare che non ha alcuna responsabilità di quanto è accaduto, piuttosto, ha puntualizzato che i docenti «sono stati ugualmente accolti nella zona di pertinenza della scuola e che grazie alla sua presenza all’interno dell’Istituto non hanno atteso lungo la SS 120», che costeggia il perimetro est dell’Istituto castellanese.

Secondo la dirigente non ci sarebbe stato personale in servizio che avrebbe potuto garantire l’accoglienza dei docenti prima dell’ora della convocazione, cosa ch’è avvenuta in perfetto orario: alle ore 16:45.

Anche qualche genitore si è ritrovato ad attendere davanti il portone d’ingresso e non ha potuto fare a meno di “ascoltare” una discussione “tra colleghi”. Pare che alcuni docenti, chiamati a supplire colleghi assenti per diverse motivazione, stiano svolgendo il loro servizio senza avere ancora formalizzato il contratto di lavoro, insomma non potrebbero percepire alcun stipendio.

Abbiamo chiesto alla Amaradio conferma della testimonianza che abbiamo raccolto. «Sono cose che afferiscono i rapporti tra la scuola ed i diretti interessati a cui ho già dato una risposta», ha tenuto a precisare la Dirigente. Intanto i precari si sarebbero rivolti ai sindacati ed avrebbero informato della criticità anche l’Ufficio Scolastico Regionale.

Ma i problemi non finiscono qui. Ci risulta che il Dirigente non abbia ancora definito lo staff dei collaboratori, per indisponibilità dei docenti interpellati, nomina del/della vice preside compresa, incarico da diversi anni ricoperto dalla professoressa Maria Grazia Di Gangi.

Tuttavia, si dovrebbe definire il tutto la prossima settimana in quanto sarebbe stata convocata un’apposita riunione dei docenti con all’ordine del giorno proprio questo.

Un inizio d’anno burrascoso all’ICS di Castellana, nuove regole ed un modo di fare del neo Capo che pare non piaccia a buona parte del corpo docente, convocati per il primo collegio dei docenti, fin dalle otto del mattino di sabato uno settembre. «Il buon giorno si è visto dal mattino», ha dichiarato un docente.

Dice bene la Dirigente: «a voi genitori ed operatori della comunicazione deve importare solo la qualità della formazione e che i vostri figli ben formati possano raggiungere importanti traguardi, il resto non è di vostra competenza».

Assolutamente d’accordo. Ma c’è “d’amar-a-dio”, in un momento in cui un progetto nato tra quelle mura, Coloriamo il nostro Futuro, è al vaglio dell’Unesco, presso la sede di Parigi, per essere riconosciuto come “Patrimonio immateriale” dell’Educazione, Scienza e della Cultura.