Avrebbe fatto pressioni ad una ditta per un’assunzione: è questo il capo d’imputazione a carico del sindaco di Gratteri, Giacomo Ilardo, al quale è stato notificato dagli inquirenti un avviso di conclusione delle indagini preliminari, aprendosi così un procedimento penale per concussione. Fiducioso nella magistratura e nel suo agire corretto, il sindaco Ilardo, in carica nel comune madonita dal 2013,  si difende dichiarando di aver agito per aiutare una persona in difficoltà. Intanto, però, all’interno del comune la situazione non sembra così tranquilla, tanto che l’opposizione non esclude di procedere con una mozione di sfiducia, e chiedere così le dimissioni di Ilardo.

Nel frattempo si attende il decorso della vicenda giudiziaria nelle mani della Procura di Termini Imerese, sotto la guida del procuratore Alfredo Morvillo, mentre a difendere il Primo cittadino di Gratteri è l’avvocato Giuseppe Muffoletto.