L’Associazione Siciliana Amministratori Enti Locali (ASAEL) nei giorni scorsi ha inviato una lettera al nuovo presidente dell regione Siciliana, Nello Musumeci.
Matteo Cocchiara, presidente dell’organismo regionale, ha tenuto a sottolineare, tra le altre questioni, l’importanza di affrontare con molta organicità le problematiche che il neo eletto presidente si è ritrovato sul tavolo.
“Non si possono affrontare – afferma Cocchiara – con il metodo della continua emergenza”. Secondo il presidente dell’Asael “occorre rifuggire a questo metodo che ha caratterizzato l’azione del governo uscente”.

Cocchiara auspica che il rapporto “fra il nuovo Governo regionale e le rappresentanze delle Autonomie Locali venga incardinato in maniera costante ed istituzionalenel reciproco rispetto dei ruoli” e si è reso disponibile ad una “costante e continua collaborazione”.

 

Egregio Signor Governatore della Sicilia,

nel rivolgerLe le sentite congratulazioni dell’ASAEL per la Sua elezione a seguito del voto del 5 novembre u.s., ci permetta approfittare dell’occasione per sottolineare alcune questioni che riguardano il mondo delle Autonomie Locali siciliane e sulle quali siamo convinti che Ella con la Sua nota sensibilità rivolgerà pronta attenzione nel Suo nuovo ruolo istituzionale.
I dossier sul tavolo di certo sono innumerevoli e di certo hanno tutti bisogno di essere affrontati con molta organicità, rifuggendo il metodo della “continua emergenza” che purtroppo ha caratterizzato l’azione del governo uscente.

Al nuovo Governo della Regione siciliana gli amministratori degli enti locali chiedono una autentica inversione di rotta nell’attenzione che dovrà essere dedicata ai gravi problemi che in atto attanagliano i Comuni e che sono stati oggetto di un apposito Documento a tutti i Candidati Governatori che nelle scorse settimane l’ASAEL ha sottoposto alla Loro attenzione.

matteo-cocchiara1Ci vogliamo riferire, in particolare, ai temi della finanza locale e dei trasferimenti che dovranno non essere più considerati “episodici, costantemente smagriti ed intempestivi” con gravi ripercussioni nella erogazione dei servizi ai cittadini amministrati e che non consentono spesso agli amministratori di potere garantire gli equilibri ai propri bilanci; a quelli di un “precariato”, cui dovrà essere data giusta ed urgente attenzione per una sua doverosa soluzione; ad una politica delle riforme istituzionali che metta finalmente la parola “fine” al decentramento delle funzioni dalla Regione agli enti locali ed alla famosa (e non ancora attuata !!) riforma delle Province, non dimenticando nel contempo la tanto agognata istituzione del Consiglio Regionale delle Autonomie.

Inoltre riteniamo che le soluzioni delle tematiche che riguardano l’acqua, i rifiuti, l’urbanistica e l’ambiente, l’utilizzazione dei fondi comunitari per una congrua politica degli investimenti non possono essere più rinviati, ma dovranno essere oggetto di concertazione con gli enti locali per una auspicata loro soluzione.

Vorremmo altresì, Signor Governatore, che il rapporto fra il nuovo Governo regionale e le rappresentanze delle Autonomie Locali venga incardinato in maniera “costante ed istituzionale” nell’agenda della Sua amministrazione nel reciproco rispetto dei ruoli, non mancando una nostra costante e continua collaborazione per la soluzione delle varie ed  urgenti questioni. 

Sulla base delle superiori considerazioni e ribadendo le congratulazioni per la Sua elezione e rimanendo in attesa di un auspicato incontro, l’ASAEL Le augura un sentito “buon lavoro” !!

Matteo Cocchiara
presidente Associazione Siciliana Amministratori Enti Locali