La Polizia di Stato la notte scorsa, in due diverse operazioni, ha arrestato i palermitani Agostino Varvarotto, di anni 22 e Lorenzo Zoda, di anni 23, resisi responsabili di furto aggravato in concorso di una autovettura Smart;  ed i minori L.M.C. di anni 16 e P.M. di anni 15 responsabili invece di tentato furto aggravato in concorso su due autovetture. Nel primo intervento, gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico in servizio di controllo del territorio, in via Villagrazia, avevano notato un’autovettura Mercedes modello Smart spinta da uno ragazzo a bordo di uno scooter. I due soggetti, notate le volanti, hanno subito abbandonato i due mezzi al centro della carreggiata cercando di fuggire, ma sono stati prontamente bloccati dagli agenti. Una volta fermati, hanno confessato di avere rubato l’autovettura in via Santa Maria di Gesù. L’autovettura è stata immediatamente riconsegnata al legittimo proprietario, che non si era ancora accorto di nulla, essendo il fatto avvenuto nella notte.

Sempre gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, sono intervenuti in via Gorizia, in pieno centro a Palermo, dove era stata segnalata la presenza di due giovani, descritti con dovizia, intenti ad armeggiare su alcune autovetture parcheggiate lungo la strada. I poliziotti giunti sul posto hanno subito notato il giovane, che accortosi della loro presenza, ha tentato di fuggire. Ma è stato subito raggiunto e bloccato. Il secondo giovane, è stato invece notato dagli agenti mentre cercava invano di confondersi tra le persone che nel frattempo si erano radunate sul posto. Dal successivo sopralluogo sulle auto in sosta, gli agenti hanno riscontrato, su alcune di esse, l’evidente manomissione delle serrature degli sportelli. I due ragazzi sono stati identificati e condotti presso gli Uffici della Questura, dove hanno ammesso le loro responsabilità. L’Autorità Giudiziaria ha disposto che i due minori fossero condotti al Malaspina di Palermo.