Si è conclusa lunedì 4 settembre, a Termini Imerese, l’ultima tappa del Festival Internazionale “Ventodamare”. Gli aquilonisti, nonostante il vento non era favorevole, sono riusciti per il quinto giorno a colorare il cielo con le loro splendide opere.
«Come il vento cerchiamo di adattarci ai luoghi – ha dichiarato l’ideatrice del Festival, Valeria Piazza – Abbiamo organizzato un’esposizione di aquiloni. Tutte le opere esposte sono state create dagli aquilonisti. Li cuciono a mano e li creano secondo la loro arte e fantasia».

«Purtroppo a causa del poco vento non abbiamo potuto assistere ai voli degli aquiloni più grandi – ha commentato Rosa Lo Bianco, assessore alle Politiche Sociali, diversamente abili, pari opportunità, impianti e attività sportive – È stato comunque bello vedere tanti colori baciati dal sole, il sorriso e la gioia dei ragazzi della lega del filo d’oro che hanno concluso questa esperienza con un giro in barca a vela, offerto dalla lega navale».

«Da ripetere sicuramente, sperando nel buon vento. Ringrazio l’associazione per averci onorato di questo evento», ha concluso Lo Bianco.
Per il vicepresidente dell’associazione “Officine Culturali Costanza d’Altavilla”, Salvatore Varzi: «Questa è la prima volta che siamo stati a Termini Imerese. Abbiamo accolto positivamente l’invito dell’amministrazione comunale. In passato con la nostra associazione abbiamo organizzato molti altri eventi, per esempio “Dona un libro”, per la costruenda biblioteca comunale».

«Abbiamo anche organizzato – ha concluso Varzi – l’ “Illuminato medioevo”, sul tema cultura intellettuale e materiale del comprensorio madonita durante il periodo del medioevo».

Soddisfatti del Festival anche gli aquilonisti presenti, tra cui Pasquale Loconte, specializzato nel costruire le strutture del vento per allestire spiagge o prati ed Enrico, soddisfatto dell’esposizione degli aquiloni nella città termitana.