La Polizia di Stato, in occasione del ponte di Ferragosto, ha ulteriormente potenziato il dispositivo di sicurezza, prevenzione e controllo del territorio, schierando consistenti aliquote di unità operative e garantendo, ognuna con le sue articolazioni – Squadra Mobile, Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, Digos, Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale, Divisione Anticrimine, Commissariati, Ufficio Immigrazione – e tutte le Specialità – Reparto Mobile, Reparto Volo, Reparto a Cavallo, Polizia Stradale, Polizia Ferroviaria, Polizia Postale e Polizia Scientifica, Artificieri e Cinofili – una significativa presenza sul territorio e un’ intensa attività di prevenzione e controllo nelle vie cittadine, nelle localita balneari, lungo le arterie stradali, nelle stazioni ferroviarie e presso il porto e l’aeroporto.

Sul fronte della sicurezza stradale, saranno numerose le pattuglie impegnate sulle principali arterie stradali ed autostradali  interessate dall’esodo ferragostano. Oltre che alla velocità, rilevata con i più moderni mezzi tecnici, le pattuglie della Polizia di Stato presteranno particolare cura alla verifica della soglia di alcool o dell’abuso di sostanze stupefacenti degli automobilisti, così da prevenire drammatici incidenti.

Saranno, altresì, effettuati, in prossimità delle discoteche e dei locali notturni, articolati servizi mirati al controllo delle condizioni psicofisiche dei conducenti. Verranno rafforzati anche i servizi di vigilanza all’interno delle aree di servizio, con l’impiego di personale in abiti civili per la prevenzione e repressione dei reati, con particolare riguardo a furti, scippi e rapine.

La sicurezza verrà garantita anche dal mare e dal cielo con le pilotine e gli acquascooter  della Polizia di Stato, pronte a raccogliere gli S.O.S lanciati dalle imbarcazioni o dai bagnanti in difficoltà e con l’occhio vigile degli elicotteristi capaci di raccordare gli interventi in casi di emergenza. Particolare cura sarà rivolta ai controlli sulla regolarità della navigazione da parte dei diportisti.

Con tali rafforzate misure di prevenzione e controllo, la Questura di Palermo garantisce la sicurezza nei luoghi di balneazione cittadini e di provincia, interessando anche i Commissariati distaccati, (come Cefalù e Partinico), per la predisposizione di appositi servizi di vigilanza preventiva e controllo, al fine di incidere efficacemente sulla prevenzione e repressione dei reati predatori, dello spaccio di sostanze stupefacenti, dell’abusivismo commerciale e di ogni altra forma di illegalità. Particolare attenzione sarà dedicata al tradizionale fenomeno dell’accensione di falò in spiaggia la notte di ferragosto.

I giardini e le zone verdi di Palermo saranno presidiate in particolar modo dal Reparto a Cavallo della Polizia di Stato, che, in questo modo, potrà  assolvere al servizio di prevenzione a tutela di chi decidesse di trascorrere un ferragosto a contatto con la natura.

Sotto la lente di ingrandimento anche i luoghi della movida, le discoteche i pub, i punti d’incontro, dove si riuniscono giovani palermitani e turisti; l’opera di sorveglianza in questi giorni roventi non potrà che essere intensificata davanti ai maggiori locali notturni del territorio, quelli da sempre più amati dal popolo della notte. Controlli che mirano a contrastare l’uso di alcol e di droghe tra gli adolescenti.

Tra gli obiettivi prioritari figurano, inoltre,  il contrasto alla criminalità diffusa, la prevenzione e la repressione delle forme di illegalità  maggiormente connesse al turismo – tra cui i furti con strappo, i borseggi e la vendita di merce contraffatta – nonchè la tutela dei cittadini maggiormente esposti a rischio in relazione all’esodo estivo.

In tal senso, un grosso contributo sarà  fornito dai Poliziotti di Quartiere che per la prima volta, quest’anno, saranno muniti di biciclette ed opereranno tra il centro storico, Cefalù e Mondello, assicurando costanti contatti con cittadini e commercianti.

Grande attenzione viene inoltre rivolta ai furti in appartamento (soprattutto nelle zone particolarmente colpite dal fenomeno), alle truffe in danno degli anziani e all’assistenza alle fasce deboli.

Lo scopo del piano denominato Ferragosto sicuro, fortemente voluto dalla Questura di Palermo, è quello di ridurre al minimo i rischi legati ad un così intenso afflusso di turisti (soprattutto sul litorale, in mare e nelle vie della città) e quelli conseguenti allo svuotamento della città  da parte dei palermitani che decidono di allontanarsi per le tanto attese vacanze.

Particolari servizi, saranno effettuati da agenti appiedati che, nella rispettiva zona di competenza, effettueranno passaggi all’interno degli edifici, per verificare che non ci siano anomalie di alcun tipo. Al riguardo si suggerisce ai cittadini di segnalare immediatamente al 113  rumori sospetti che provengono da appartamenti limitrofi al proprio, soprattutto quando si è a conoscenza che il vicino non si trova in casa. Infatti, grazie alla preziosa sinergia istauratasi tra poliziotti e cittadini, nei giorni scorsi si è riusciti a sventare due furti in appartamento e ad assicurare alla giustizia due malviventi.

Infine, è stata innalzata la soglia di attenzione su tutto il territorio provinciale: dislocate sul territorio unità  operative della Polizia di Stato,  addestrate in maniera specifica all’intervento per il contrasto di ipotetici eventi terroristici, di particolare criticità .

Le unità, in chiave di prevenzione di eventi terroristici, in costante collegamento con la Sala Operativa della Questura, percorrono giornalmente specifici itinerari lungo i quali sono dislocati siti, monumenti, edifici o simboli, ritenuti obiettivi potenzialmente a rischio o, comunque, presso i quali si concentrano normalmente numerose persone e presso cui la presenza di queste unità  operative possa assolvere anche ad un compito di deterrenza, aumentando la percezione di sicurezza. In tale ambito, sarà intensificata sensibilmente la vigilanza al porto e in aeroporto anche da parte della Polmare e della Polaria, che applicheranno tutte quelle misure preventive e di sicurezza previste dagli specifici piani antiterrorismo predisposti a livello nazionale e locale.