Si addensano nubi fosche su Edy Tamajo, il deputato che con poco meno di 14 mila voti è stato eletto nelle fila di Sicilia Futura. Il sospetto è che abbia comprato voti e addirittura ci sarebbe anche un prezziario ben definito. A Palermo ogni voto costerebbe 25 euro. Il diretto interessato interviene sulla vicenda che lo riguarda con un post su facebook: “Carissimi Amici, apprendo con stupore l’avvio dell’inchiesta giudiziaria nei miei confrontiÍ. Posso affermare, senza timore di smentita , di non aver mai comprato un solo consenso, ma di aver costruito la mia carriera politica sull’attività quotidiana a favore della gente e della collettività. Si tratta di condotte che sono lontano anni luce dal mio modo di fare politica, da quello della mia famiglia e del mio gruppo politico”.

“Ho dato la mia totale disponibilità, – continua Tamajo – nei confronti dell’autorità giudiziaria, per chiarire questa incresciosa vicenda che sono sicuro, grazie al lavoro dei miei avvocati, riuscirò prestissimo a dimostrare che si tratta di un infondato castello di accuse”.

“Starò in silenzio per qualche giorno; un silenzio pieno di rabbia e un cuore lacerato che batte forte. – chiosa il giovane deputato –  Giunga a tutti voi, cari amici miei, cariche istituzionali comprese, un profondo abbraccio, ed un caloroso incoraggiamento a continuare ad espletare il vostro lavoro con serietà ed onestà, quella che ci ha sempre contraddistinto!”.
“Vi voglio bene”, conclude Edy Tamajo.

Fonte: BlogSicilia

LEGGI ANCHE:

Elezioni regionali: Voti comprati a 25 euro l’uno, avviso di garanzia per Edy Tamajo