Strade sicure, ospedali ben attrezzati, scuole in grado di garantire un’offerta formativa adeguata, tutela dell’ambiente: sono alcuni dei temi che Vincenzo Lapunzina (www.vincenzolapunzina.it) candidato all’ARS nella lista “Il Megafono” , affronterà domenica 24 settembre in occasione dell’apertura ufficiale della campagna elettorale.
L’incontro con elettori e simpatizzanti si terrà a partire dalle 19:30 a Castellana Sicula, in piazza San Francesco di Paola, all’insegna dello slogan #lemadoniedidomani, #NaturalMente.
Alla presentazione interverrà anche il Presidente della Regione, Rosario Crocetta.

«Ho accettato la proposta di candidarmi con il “Megafono” – dichiara Lapunzina – perché è l’unica lista che darà, con certezza, alle Madonie un rappresentante all’ARS. Farò appello a tutti gli elettori del paesaggio madonita di votare per il candidato locale e non per chi si presenta alla vigilia delle elezioni per depredare consensi per poi abbandonarci al nostro destino. Ci credo! Ricambierò la fiducia che riscuoterò il 5 novembre con impegno incondizionato a favore di questa area disagiata».

«Domenica illustrerò alla gente la mia proposta politica, fondata in primis sull’amore che provo per il paesaggio madonita, nel quale vivo da quarantasette anni – continua Lapunzina, editore di Madonienotizie.it  – e sulla convinzione che le risorse immateriali e materiali che lo caratterizzano debbano essere utilizzate al meglio, per consentire agli operatori economici di lavorare serenamente, arginando al contempo l’esodo di tanti giovani, e meno giovani, che lasciano i luoghi d’origine alla ricerca di un altrove dove possano sviluppare idee e progetti».

L’impegno di Vincenzo Lapunzina –  che si autodefinisce “candidato del paesaggio madonita” – a favore del territorio si è manifestato nella richiesta di un disegno di legge per l’istituzione delle Zone Franche Montane in Sicilia, iniziativa che lo ha visto promotore e guida di un comitato composto da associazioni, centri commerciali naturali e sindacati con l’obiettivo di attuare una fiscalità di vantaggio e dotare le aree maggiormente esposte al rischio di marginalizzazione di strumenti per la crescita e lo sviluppo.
A Tal proposito la Giunta regionale con delibera n° 403 del 13 settembre 2017 (CLICCA QUI), considerato che in Sicilia sono “presenti territori montani particolarmente svantaggiati” ha dato mandato all’assessore regionale per le attività produttive di “individuare e istituire, nell’ambito delle aree di montagna svantaggiate” le “Zone Farnche Montane”, al fine di consentire la “riqualificazione, il reinsediamento urbano e il rilancio delle attività economiche e sociali nelle zone montane della Sicilia”.

 

6 x 3 definitivo