Ieri pomeriggio. poco dopo le 16 circa, una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Palermo Mezzo Monreale, impegnata in un servizio di controllo del territorio e di contrasto dei reati predatori, è stata inviata dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Palermo in via Quarto dei Mille, angolo con via Federico De Maria, dove due giovani pochi minuti prima, avevano consumato un furto all’interno dell’agrumeto della congregazione “Servi dei poveri”. Il richiedente inoltre aveva riferito all’operatore del “112” di aver visto dei ragazzi che, utilizzando un carrello da “supermercato” avevano portato via i mandarini dall’agrumeto.

Durante il sopralluogo veniva constatato che nei pressi del muro di cinta dell’agrumeto, in via Quarto dei Mille, erano sparpagliati per terra dei mandarini.  Una lunga scia di agrumi disseminati per terra, portava militari prima in via Cappuccini, per poi proseguire fino in piazza Danisinni dove due giovani erano impegnati a scaricare 9 casse di mandarini da un carrello, per un totale di circa 140 kg., appoggiandole su di un muretto.

I due successivamente identificati in: R.a. 26enne palermitano e R.v. 24enne palermitano, volti noti alle Forze dell’Ordine, condotti in caserma confessavano di essere gli autori del furto, venendo deferiti in stato di libertà.

Contattato l’affittuario del fondo agricolo, quest’ultimo rinunciava alla restituzione della refurtiva chiedendo ai Carabinieri che fosse devoluta in beneficenza in favore delle suore “Serve dei poveri del Beato Giacomo Cusmano” di via Pindemonte.