Contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale dei reati predatori e dell’illegalità in genere. É lo scopo del piano di controllo integrato del territorio effettuato nel quartiere Zisa-Borgo Nuovo di Palermo, in particolare nelle aree comprese tra le vie Castellana, Centuripe, Acireale e Piazza Armerina: una serie di screening delle attività della zona, insieme ad accurati controlli amministrativi, sono stati attivati, negli ultimi giorni, dalla Polizia di Stato in collaborazione con la Guardia di Finanza, la Polizia Municipale, la Guardia Costiera, l’Enel e la Rap.

Controllate centodiciotto persone e cinquantasette autoveicoli, trentotto sanzioni per violazioni al Codice della Strada e ventidue veicoli sequestrati per sanzioni amministrative che ammontano a un totale di  circa settanta mila euro: questi i risultati dei controlli effettuati. Predisposti nel perimetro, inoltre, numerosi posti di controllo e pattugliamenti nelle zone a maggiore densità criminale e più esposte ai reati predatori.

Nello specifico, denunciati due venditori ambulanti abusivi e privati delle attrezzature e i prodotti ortofrutticoli, pari a circa 1000 kg, posti sotto sequestro; quattro attività commerciali di prodotti ittici, di cui tre ambulanti, sanzionate per mancata tracciabilità del prodotto e oltre 60 kg di pesce posto sotto sequestro; Sequestrato un esercizio commerciale privo delle previste autorizzazioni; sanzionato poi un centro scommesse e denunciato il gestore per la mancata concessione dei monopoli di Stato e della licenza di P.S. .

Denunciate anche tre persone ritenute responsabili della realizzazione di cinque fabbricati abusivi adibiti alla custodia di animali, in particolare otto cavalli, otto cani e tredici capre tibetane e locali sequestrati; denunciato per detenzione e vendita di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione e occupazione di suolo pubblico senza autorizzazione il gestore di un esercizio commerciale abusivo, che aveva adibito parte del marciapiede come deposito di alimenti e altro materiale.