I Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo hanno dato seguito ad un provvedimento di confisca di primo grado di beni, per un valore complessivo di circa 30 milioni di euro, a carico di Vincenzo Graziano, nato a Palermo il 12 giugno 1951, soprannominato “Viciuzzu”, elemento di spicco della famiglia mafiosa dell’Acquasanta, arrestato per associazione mafiosa nel 2008 nell’operazione “Addiopizzo” e nel 2014 nell’operazione “Apocalisse”. Il nuovo provvedimento scaturisce dalla piena condivisione, da parte della magistratura palermitana, del quadro probatorio fornito dai Carabinieri del Nucleo Investigativo i quali, a seguito di minuziosi accertamenti patrimoniali, sono stati in grado di dimostrare che i beni in possesso di Graziano erano frutto del reinvestimento dei capitali acquisiti dalla sua partecipazione a ‘cosa nostra’.

In tal senso, il Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione – su richiesta della locale Procura della Repubblica, aveva già nel 2009 ordinato il sequestro di abitazioni, imbarcazioni e autovetture di lusso e attività economico – imprenditoriali con sede a Palermo e in provincia di Udine.

L’odierno provvedimento di confisca riguarda i seguenti beni: intero capitale sociale e relativo complesso di beni aziendali della società “A.F.G. Costruzioni S.R.L.” con sede in Palermo; intero capitale sociale e relativo complesso di beni aziendali della società “M.G. Costruzioni s.r.l.” con sede in Palermo; intero capitale sociale e relativo complesso di beni aziendali della società “Costruzioni Generali s.r.l.” con sede in Palermo; intero capitale sociale e relativo complesso di beni aziendali della società “A.G. Costruzioni s.r.l.” con sede in Tavagnacco (UD); intero capitale sociale e relativo complesso di beni aziendali della società “Immobiliare Tre s.r.l.” con sede in Tavagnacco (UD); 3 magazzini a Palermo; 1 garage a Palermo; 3 abitazioni a Palermo; 1 appezzamento di terreno a Palermo; 1 appezzamento di terreno a Trabia (PA); 1 abitazione a Cinisi (PA); 8 autorimesse a Martignacco (UD); 8 abitazioni a Martignacco (UD); 2 appezzamenti di terreno a Martignacco (UD); 2 motocicli; 1 imbarcazione; quota di ½ di imbarcazione; e 30 rapporti bancari.