Ascoltare se stessi e l’universo. Riconoscere l’energia in sé e permettere che la Parola nasca a partire da questo luogo interiore. Sono questi gli ambiziosi obiettivi che Alberto Samonà, giornalista e scrittore, si prefissa con “Lo Yoga di Vāc” il suo laboratorio di meditazione e narrazione, organizzato dalla Proloco di Alimena in collaborazione con l’associazione “Āgama Śāstra” voluto fortemente dall’assessore alla cultura del Comune di Alimena, Mari Albanese.
“Lo Yoga di Vāc” è un laboratorio che muove dalla conoscenza dei cosiddetti “chakra”,  centri di attrazione ed emanazione energetica, attraversati dall’energia “Kundalini” e che si svolge mediante esercizi fisici e momenti di meditazione.

L’iniziativa si svolgerà al Colle di Sant’Alfonso, ad Alimena, e sarà suddivisa in quattro incontri; 29 aprile, 6, 19 e 20 maggio dalle 15 alle 19.
Si sperimenteranno i territori di un’antica forma di meditazione proveniente dalla tradizione dello Shivaismo, “Trika Yoga”. Attraverso il “Trika” si lavorerà su “Vāc”, la parola, intesa come suono originario, dal quale possono svilupparsi molteplici possibilità.

Alberto Samonà

Momenti di meditazione si alterneranno ad esperienze di “Trika Yoga” e momenti di scambio e dialogo. Un viaggio condiviso all’interno dell’essere umano e che partirà dal “chakra”.
L’energia potrà così ascendere e circolare liberamente, fin quando le possibilità creatrici e vivificanti insite in noi possano aprirsi. Le parole che nasceranno si trasformeranno in un’occasione unica per tracciare un percorso narrativo. Ciò consentirà ai partecipanti una relazione completa con se stessi, imparando a “riconoscersi”.
«Un laboratorio “anomalo” – spiegano gli organizzatori – perché mette insieme la capacità creativa ed espressiva dell’essere umano, con un viaggio interiore e tecniche di meditazione “Tantra”
Per informazioni rivolgersi all’indirizzo di posta elettronica della Proloco di Alimena: prolocoalimena@tiscali.it o contattare Ornella al 3201186971 o Irene al 3285362552.