Un atto intimidatorio è avvenuto questa notte ad Alia ai danni del neo eletto Consigliere comunale di maggioranza della lista “Rialziamo Alia”, Salvatore Iovino.
Un incendio, che si presume essere doloso, ha invaso la casa di campagna del neo consigliere ed imprenditore.  Probabilmente i responsabili hanno usato degli arnesi di scasso per poter accedere al casolare che si trova in contrada Marcato.

Il fuoco sembra sia stato appiccato nei doppi ambienti che compongono il caseggiato e, sul luogo, sono tempestivamente intervenuti i Vigili del fuoco del distaccamento di Termini Imerese, i Carabinieri della Stazione locale e del Nucleo radiomobile della Compagnia di Lercara Friddi.
Su quanto accaduto stanno indagando gli inquirenti.

Tanti i messaggi di solidarietà al consigliere Iovino, tra cui quello del deputato PD Franco Ribaudo, membro della Commissione per le questioni regionali.
«Anche se la natura di tale gesto deve essere accertata – scrive in una nota Ribaudo –  mi auguro che chi l’ha compiuto non voglia arrestare il cammino di cambiamento appena intrapreso. È nostro compito, dello Stato e delle sue Istituzioni, stare a fianco degli amministratori, degli imprenditori e dei cittadini che con il loro operato sono impegnati a promuovere lo sviluppo e la legalità contro ogni forma di condizionamento mafioso».

Anche il Sindaco e la Giunta municipale del comune di Alia sono vicini al Consigliere Salvatore Iovino. «E’ un fatto criminale di una gravità assoluta – dicono – mai successo ad Alia ed ancora più grave perché all’indomani dell’insediamento della nuova amministrazione protesa nello sforzo di promuovere una cultura comune dell’unità, del dialogo e di un clima di collaborazione».

A seguire invece le parole del Gruppo consiliare “Rialziamo Alia” anche loro vicini al consigliere vittima dell’attentato intimidatorio. «Esprimiamo tutta la nostra vicinanza e solidarietà a Salvatore Iovino e ci impegniamo a mettere al centro della nostra agenda politica l’ordine pubblico, la sicurezza e l’incolumità di tutti i cittadini».

Intanto ad Alia è stata annullata la festa elettorale indetta per sabato prossimo, ed inoltre, per la giornata di sabato 17 giugno, alle ore 21, è prevista una fiaccolata per la legalità.