sabato - 18 agosto 2018

 
#missione speranza e carità#anidrite carbonica#Leoluca Orlando#Salvatore Cuffaro#Giovanna Marano

i rifiuti urbani smaltiti in discarica rappresentano ancora l’80% del totale prodotto

Emergenza rifiuti in Sicilia, a Roma un vertice per discutere la questione

La Sicilia è totalmente sprovvista d’impianti d’incenerimento operativi e la raccolta differenziata pur mostrando una crescita, rimane ancora al di sotto del 20%

il consumatore non è nelle condizioni di poter scegliere in maniera critica

La Germania ha votato per l’uso del glifosato, l’Italia per un “tiepido” no. L’erbicida usato nei campi di grano è “probabilmente cancerogeno”

Per altri cinque anni il glifosato potrà essere utilizzato nei Paesi membri dell’Ue. Lo ha deciso il Comitato d’appello. A favore si sono espressi 18 paesi, 9 contrari, un astenuto

al nuovo assessore chiederemo di introdurre l'obbligo della tracciabilità

Grano duro importato dal Canada, Moldavia, Russia e Ucraina. Con quale materia prima è prodotto il “pane quotidiano”?

Cosa altro si può fare, pensando a tutte le cose la cui ragione non si comprende, se non perdere lo sguardo sui campi di grano. La loro storia è la nostra, perché noi, che viviamo di pane, non siamo forse grano in larga parte?

l'equazione acqua minerale=acqua buona preoccupa la professoressa Di Gaudio

Acqua imbottigliata, acqua dal rubinetto e cisterne esposte al sole. I pericoli per la salute. Ne parliamo con gli esperti

La popolazione si nutre di acqua di rubinetto, è un dato assodato, e diventa dunque importantissimo che i Comuni possano disporre di acque di qualità

Nella capitale madonita dell'agricoltura è premiato chi "raccoglie"

Raccolta differenziata. A Valledolmo si fa sul serio. Guglielmo Lombino: «Azioni comuni per tutte le Madonie»

Tra i comuni più “virtuosi della Sicilia, circa 3.500 anime guidate dall’assessore all’Ambiente, Guglielmo Lombino, da lungo tempo in prima fila per portare la percentuale di raccolta differenziata del suo Comune sempre più in alto

ne parliamo con dario costanzo, direttore del PAL

Gal Madonie: Verso una strategia di sviluppo di tipo “partecipativo”. In arrivo oltre 4 mln di euro. L’INTERVISTA

Lo sviluppo di un’area passa anche attraverso il grado di sviluppo e capacità di “fare rete” delle aziende. La Governance delle Madonie ci riprova

Nei prossimi giorni un incontro a Castellana Sicula

Obblighi vaccinali. Per gli immigrati si può parlare di “falla nel sistema”? Ne parliamo con gli esperti

L’adempimento degli obblighi vaccinali per l’anno scolastico e annuale 2017/2018 riguarda genitori/tutori/affidatari dei minori da 0 a 16 anni

Madonie Terme e Benessere la società chiederà un maxi risarcimento

Centro benessere di Geraci Siculo. Antonio Mangia: «Se non cambiano gli interlocutori rinuncio alla costruzione»

«Rinuncio alla costruzione di un centro termale in Contrada Parrino di Geraci Siculo», lo sfogo del più importante operatore del turismo del sud Italia

l'equazione acqua minerale=acqua buona preoccupa la professoressa Di Gaudio

Acqua imbottigliata, acqua dal rubinetto e cisterne esposte al sole. I pericoli per la salute. Ne parliamo con gli esperti

La popolazione si nutre di acqua di rubinetto, è un dato assodato, e diventa dunque importantissimo che i Comuni possano disporre di acque di qualità

in pochi mesi: un quartiere con dieci palazzi di dieci piani e quattro appartamenti per piano

Abusivismo edilizio e rischio idrogeologico, il Governo della Sicilia reagisce, intanto la legge consente la “demolizione” di Angelo Cambiano

In Sicilia 277 comuni su 390 possiedono aree soggette a rischio idrogeologico. Lo dice un rapporto del ministero dell’Ambiente e Legambiente

A Vienna è attiva dal 1955

Turismo in Sicilia, discrasie e frammentazioni dei distretti hanno fatto male al turismo. Arrivano le “nuove” DMO

Il Dipartimento regionale del turismo dello sport e dello spettacolo ha adottato a fine giugno le Linee Guida delle DMO.  Le DMO sono  un modello organizzativo per la gestione di destinazioni turistiche

il 90% sono giovani uomini che migrano per ragioni economiche.

Emergenza migranti: Costeranno 4.2 miliardi di euro nel 2017. In Sicilia un affare da 130 milioni di euro l’anno, per le strutture d’accoglienza

In Sicilia, fra Cda, Cara e Sprar , sono ospitate quasi 12.500 persone, secondo i dati del ministero dell’Interno

Login Digitrend s.r.l