Rappresenterà la Sicilia nella gara per la conquista del titolo di Borgo dei borghi. E’ il Comune di Castroreale che dal 2014 fa parte dei “Borghi più belli d’Italia”, selezionato dalla RAI per l’edizione 2018 della nota trasmissione televisiva “Kilimangiaro”. Arroccata sulle ultime pendici dei Peloritani, Castroreale, definita da alcuni “Il balcone sulle isole Eolie tra due vulcani, Etna e Stromboli” e dal critico Vittorio Sgarbi “capitale di bellezza”,  offre al visitatore una straordinaria varietà di emozioni e sollecitazioni culturali e paesaggistiche.

I suoi panorami permettono allo sguardo di spaziare dal mare alla montagna, nei vicoli si aprono all’improvviso scorci inaspettati, antichi portali, balconi, angoli di quiete dove avresti voglia di fermarti a leggere un libro o ad ascoltare musica; le chiese e i musei custodiscono un patrimonio artistico di altissimo valore che annovera tra i suoi protagonisti Antonello Gagini, Polidoro da Caravaggio, Filippo Juvara, e rivela anche la presenza sul territorio di raffinati artigiani che hanno creato manufatti in argento, legno, oro, pietra, conferendo dignità e bellezza a oggetti di uso quotidiano.

Non mancano antiche tradizioni religiose che fanno accorrere visitatori e pellegrini da tutte le parti, come la Processione del Cristo Lungo, unica nel suo genere. La bellezza abita in tutti gli angoli di questo borgo che dona agli abitanti e agli amanti del  turismo slow, un’atmosfera di armonia e serenità, ma anche molte specialità gastronomiche frutto di antiche ricette gelosamente custodite. Numerosi eventi culturali, musicali, artistici animano il borgo non solo durante l’estate, ma in tutto il corso dell’anno.

Basti ricordare la rassegna “Castroreale jazz”, giunta alla 18° edizione, che costituisce ormai da anni un appuntamento irrinunciabile per gli amanti del genere e non solo, anche per la location dell’elegante Piazza Peculio che contribuisce a creare un’atmosfera di particolare fascino, e i concerti della storica Banda Musicale “M° Settimo Sardo”, una delle più antiche d’Italia, oggi fucina di giovani talenti musicali.

Il Museo della moto, nato da qualche anno, richiama numerosi appassionati provenienti da tutta l’isola. Il Planetario digitale astronomico “Andromeda” con la sua cupola di 4 metri di diametro offre al visitatore lo spettacolo dell’universo osservabile da Castroreale Insomma, nel suo piccolo, questo borgo rappresenta degnamente la Sicilia più autentica, capace di coniugare arte, natura e scienza, cultura e semplicità, eleganza e accoglienza.

Vivere a Castroreale vuol dire essere a poca distanza dalla città e godere al tempo stesso di una vita lontana dal traffico e dalla fretta dei grandi centri, ma soprattutto appagare quel bisogno di armonia e di bellezza che ciascuno di noi racchiude nel suo intimo. Le riprese RAI sono state già realizzate e andranno in onda o nel mese di dicembre o a gennaio. Castroreale conta sull’appoggio di tutta la Sicilia per conquistare un titolo che darà prestigio non solo al borgo ma a tutta l’isola.