“Mio figlio non parla più”: è il titolo del romanzo di Bartolomeo Errera che sarà presentato oggi a Castelbuono alle 17:00, presso la Sala delle Capriate della Biblioteca comunale, in via Roma 72.
Un’opera avvincente, basata su una storia vera, che parla di famiglia, amore, amicizia, segreti e giustizia: elementi che si snodano attorno alla figura di Totò, un bambino che improvvisamente smette di parlare.

Una rinuncia incomprensibile che provoca il dolore e la disperazione dei genitori del piccolo, che assistono impotenti allo sconvolgimento delle loro vite: il mutismo inizia a partire dalla prima elementare , al rientro a scuola dalle vacanze natalizie.

I tentativi di medici specialisti, psicoanalisti e persino di un logopedista risulteranno vani.
Sarà il grafologo Giulio, avvocato penalista che ha rinunciato alla professione, a individuare le ragioni del silenzio di Totò, dalla cui storia dipenderanno le vite di tutti coloro che sono entrati in contatto con lui.
La presentazione del libro, che vedrà la presenza dell’autore,  prenderà il via dopo i saluti istituzionali e sarà introdotta da Giovanna Gebbia, operatrice culturale; i lavori saranno moderati dalla professoressa Gabriella Maggio, critico letterario.

Previsto l’intervento dell’assistente sociale Giusi Giambelluca.