Il fico d’India, nettare di Sicilia, come tematica di un corso di cucito organizzato dalla Pro Loco di Alimena e finanziato dal Comune di Alimena. “FicArt” si chiama così l’iniziativa gratuita indirizzata a tutta la cittadinanza. Il laboratorio si svolgerà una volta a settimana presso la sala “Balducci” del Comune. Ancora non è nota la data di inizio. Ad impartire le lezioni saranno artigiani e pittori locali. I lavori ultimati saranno esposti in occasione degli eventi culturali che si svolgeranno prossimamente ad Alimena. L’iniziativa è organizzata dalla Pro Loco di Alimena e finanziata dal Comune di Alimena.

Tutti i cittadini potranno realizzare manufatti artigianali come: presine, orecchini, puntaspilli e tanto altro, dando così massimo sfogo alla propria creatività. Alimena, comune madonita che conta duemila anime non è nuova a questo genere di iniziative. L’anno scorso, infatti, proprio ad Alimena ha avuto luogo “Ceramicando”, laboratorio che ha impegnato le donne madonite nella produzione e decorazione di ceramica artigianale. Lo scopo principale è quello di aggregare la comunità e promuovere la socializzazione e il dialogo grazie anche alla propria creatività.  Gli organizzatori, però, vedono lungo. Stanno infatti già pensando alla possibile creazione di un marchio così da poter dar lustro al talento locale.

«Abbiamo voluto dare continuità – commenta l’assessore comunale alla cultura, Mari Albanese – ad un nostro progetto socio-culturale . L’idea di laboratori creativi come momenti di socializzazione, di condivisione e perche no di divertimento fuori dalla routine quotidiana, sono occasioni per la nostra comunità. Abbiamo scelto il simbolo più bello della nostra terra, simbolo che verrà declinato in arte – spiega l’assessore – con la creazione di oggetti di design per arrivare all’ideazione di un marchio che possa riunire tutti i manufatti – conclude l’assessore – che verranno realizzati nei prossimi mesi durante gli incontri».

Soddisfazione percepibile anche nelle parole di Antonella Di Gangi, presidente della Pro Loco. «Il laboratorio di cucito creativo – commenta Antonella Di Gangi – impegnerà i talenti del nostro paese. Un’ occasione per quanti si vorranno cimentare nella creazione di oggetti d’arte e della vita quotidiana. Nei mesi successi – spiega la presidente – saranno allestite diverse mostre che culmineranno in un altro progetto più vasto».

Per partecipare o avere delle informazioni dettagliate basta contattare entro e non oltre lunedì 11 dicembre Maria Carmela Palmeri al 3396214620 o Antonella Di Gangi al 3201186971.