Tende di ascolto a Palermo e sette comuni dell’Arcidiocesi di Palermo per conoscere e comprendere il mondo giovanile; l’importante iniziativa è inserita nella Settimana Giovani che si svolgerà dal 13 al 18 novembre, con workshop, seminari di riflessione, momenti musicali e di preghiera organizzati non soltanto a Palermo, ma anche a Lercara Friddi, Bolognetta, Bagheria, Termini Imerese, Marineo, Misilmeri ed Ustica. Il percorso di questa settimana sviluppato a partire dai sensi umani che incontrano Cristo svilupperà il lite motiv che titola la settimana “da Lui usciva un’energia che sanava tutti” (Lc 6,19)

Cosa pensano i giovani della fede e della Chiesa? Quali sono i dubbi e le loro critiche sull’operato della Chiesa? Quali difficoltà affrontano? Quali le loro aspettative, speranze e delusioni? Come vogliono essere aiutati? L’ascolto dei giovani come orizzonte del Sinodo loro dedicato da Papa Francesco.

C’è solo un modo per rispondere a tutte queste domande ed è ascoltare i giovani. 
La Diocesi di Palermo ha accolto e risposto all’invito di Papa Francesco, che incontrerà i giovani a Roma la prossima estate, organizzando la Settimana Giovani che servirà da preparazione all’Assemblea Generale del Sinodo dei Vescovi che avrà per tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, nell’ottobre del 2018.

La Settimana Giovani è ideata dalla Pastorale Giovanile Diocesana e dal Centro Diocesano Vocazioni, rispettivamente guidate da don Giuseppe Calderone e don Maurizio Francoforte.

loreficepapaIn calendario ben 34 workshop, (lunedì 13 e mercoledì 15) per approfondire temi di elevata valenza attuale. L’iscrizione è gratuita. (clicca QUI per registrarti).

In primo piano il lavoro, aspetto attenzionato in più occasioni dal Pontefice, quale elemento fondamentale nella vita della persona ed indispensabile per la formazione delle famiglie. Seguono giornate dedicate alle dipendenze da gioco, vizi e virtù; e grazie ad interventi qualificati si parlerà anche di ambiente, di social network, del rispetto della Legge, migrazione, economia, giustizia sociale ed arte.
Non mancheranno momenti di introspezione dove si affronterà l’affettività, la vocazione, oltre all’importanza del servizio, dell’evangelizzazione e della preghiera.

Music contest lunedì 13 alle ore 21 presso il Palab, esibizione e gara canora e musicale.
Al centro di questi incontri quello con l’Arcivescovo Corrado Lorefice, che terrà una Lectio Divina in Cattedrale giovedì 16 novembre alle ore 21.

Cuore pulsante e novità assoluta della manifestazione sono le 14 tende di ascoltoallestite in 7 comuni della Diocesi. In questi punti, i giovani potranno recarsi a parlare delle proprie intuizioni, ma anche per denunciare cosa non accettano nella Chiesa, nella società che li circonda, oltre ad aprire il proprio cuore e ad esternare i propri sentimenti. Ad accoglierli ci saranno altri giovani, religiosi e religiose e coppie di sposi, formati per svolgere questo servizio di ascolto.

«La Diocesi di Palermo sta vivendo la preparazione al Sinodo 2018, ascoltando i giovani e dando loro lo spazio che meritano. Tutto il tema pastorale di quest’anno è infatti incentrato sui giovani. E la Settimana Giovani è la prima di una serie di iniziative in tal senso, un primo appuntamento di avvio del cammino dei giovani insieme verso il sinodo e soprattutto verso Cristo», spiega don Giuseppe Calderone.

Il direttore della Pastorale Giovanile della Diocesi di Palermo sottolinea come la speranza sia intrinseca nel titolo prescelto dal Vescovo Corrado per la Settimana Giovani “Da Egli usciva un’energia che guariva tutti”, «le parole pronunciate da Gesù che vogliono accompagnare il cammino di speranza dei giovani».

L’evento si concluderà con il Giovani-Fest, sabato 18 sul sagrato della Cattedrale di Palermo, «una festa che sarà anche il punto di partenza per un ulteriore tempo dei giovani. Tre gruppi di giovani da tre chiese palermitane (Catena, Sant’Antonio e Santa Lucia) convergeranno in Cattedrale, dove l’Arcivescovo celebrerà l’eucarestica e dopo seguiranno momenti di animazione musicale, testimonianze e canti.

Il Giovani Fest sarà il momento di lancio di alcune azioni in favore dei giovani scelte dall’assemblea pastorale e dal nostro Arcivescovo. Tutto questo perchè i giovani non siano rimandati al domani, dicendo semplicemente che sono la speranza del futuro, ma perchè crediamo che sono la speranza di oggi e la speranza della Chiesa.
Con la Settimana Giovani iniziamo insieme con festa e con gioia questo tempo di ascolto dello spirito per i giovani».

Allestita durante questa settimana la mostra vocazionale “Si, ma verso dove?” a Palazzo Alliata a cura del Seminario Arcivescovile e degli amici di 3P; così pure lo spettacolo Teencontro a cura degli amici di 3P al teatro Golden il 14 mattina per gli studenti e la sera per la città. Inoltre momenti musicali e tavole rotonde si svolgeranno presso l’università Pegaso, e la serata con Miriam Leone al Teatro Politeama il 15.

Le iniziative in calendario per la Settimana Giovani sono tutte gratuite; è possibile iscriversi tramite il Q code disponibile sul sito web www.diocesipa.it.
Sullo stesso sito web il calendario completo degli eventi.