Un altro passo avanti nella gestione dei rifiuti urbani a Petralia Soprana, dove l’amministrazione ha finanziato il centro comunale di raccolta differenziata. Quasi un milione, 966.436,19 euro per l’esattezza, la cifra che sarà spesa per la realizzazione del centro che sarà a disposizione della comunità per promuovere il progetto disincentivando da un lato l’abbandono abusivo dei rifiuti sul territorio e, dall’altro, agevolando il recupero.  La stazione ecologica sarà un’area strutturata, sorvegliata e gestita, dove i cittadini potranno conferire gratuitamente i rifiuti di origine domestica e in particolare quelli ingombranti, le apparecchiature elettriche, elettroniche e quelli pericolosi.

 Il centro di raccolta sarà realizzato a confine con i territori dei Comuni di Blufi e Bompietro che, quasi sicuramente, avranno la possibilità di usufruire della struttura, la cui gestione sarà affidata, con molta probabilità, alla società “AMA Rifiuto è risorsa” che attualmente gestisce la raccolta dei rifiuti di tutti i comuni delle alte Madonie.

«Avere avuto finanziato il centro di raccolta comunale, afferma il sindaco Pietro Macaluso, significa, nell’ambito di un “sistema integrato” di gestione dei rifiuti, poter raggiungere obiettivi importanti riguardo alla raccolta differenziata che è sempre stato un tema prioritario per l’amministrazione».

«Con la realizzazione del centro di raccolta – aggiunge l’assessore Leonardo La Placa – potremo, in modo efficace ed efficiente, integrare la raccolta di tipo “porta a porta”, che attualmente viene svolta nel centro storico, aumentando notevolmente la raccolta differenziata. L’ottenimento di questo finanziamento, come quello delle strade rurali conferma l’attenzione dell’amministrazione per il miglioramento del territorio e dell’ambiente».