#AccaddeOggi
1927 – A Boston, nonostante le proteste in molte parti dell’Occidente e senza tener conto della confessione del detenuto portoghese Celestino Madeiros, che li scagionava, gli anarchici italiani Sacco e Vanzetti vengono giustiziati sulla sedia elettrica per l’omicidio di un contabile e di una guardia di un calzaturificio. Saranno riabilitati dal governatore del Massachusetts 50 anni dopo.

1904 – Al signor Harry D. Weed di Canastota, New York, viene rilasciato il brevetto di un “antiscivolo per gomme pneumatiche”, attestante l’invenzione delle catene da neve.

1939 – Germania ed Unione Sovietica firmano il Patto Molotov-Ribbentrop, trattato di non-aggressione tra le due potenze. In un protocollo supplementare, l’Europa orientale veniva segretamente divisa in due sfere d’influenza, una tedesca ed una sovietica.

1268 – Grazie alla vittoria sulle forze ghibelline del sedicenne Corradino nella battaglia di Tagliacozzo (sui Piani Palentini della Marsica), il guelfo Carlo I mette fine alla dominazione sveva della Sicilia: rimarrà al potere fino alla sua cacciata in seguito ai Vespri Siciliani.

1305 – A Londra, il paladino scozzese William Wallace viene prima impiccato, in seguito squartato e la sua testa esposta sul London Bridge. All’accusa di tradimento nei confronti del re durante il processo, aveva replicato: “Non posso essere un traditore di Edoardo, visto che non sono mai stato assoggettato a lui”.

1923 – In Emilia, un gruppo di squadristi facenti capo al futuro Console della milizia Italo Balbo uccidono il parroco antifascista di Argenta don Giovanni Minzoni.

1942 – Con il primo massiccio bombardamento a tappeto e l’irruzione della 16ᵃ Panzer-Division, che isola di fatto la città, la battaglia di Stalingrado si trasforma in uno dei più giganteschi e drammatici scontri della seconda guerra mondiale.

1966 – Il Lunar Orbiter 1 è il primo satellite a scattare fotografie della Terra dall’orbita lunare.

Accadde Oggi 23 Agosto

 

1975 – In Grecia, i responsabili del colpo di Stato di otto anni prima Geōrgios Papadopoulos, Stylianos Pattakos e Nikolaos Makarezos vengono condannati a morte. La penna sarà successivamente commutata in ergastolo.

2006 – La diciottenne austriaca Natascha Kampusch, approfittando di un momento di distrazione del suo rapitore Wolfgang Přiklopil, riesce a fuggire dopo aver vissuto per ben otto anni in stato di schiavitù. Vistosi perduto, il sequestratore si suicida.