11 novembre – La Chiesa cattolica celebra oggi San Martino di Tous. E’ stato un vescovo cristiano del IV secolo. Originario della Pannonia, nell’odierna Ungheria, esercitò il suo ministero nella Gallia del tardo impero romano. Tra i primi santi non martiri proclamati dalla Chiesa cattolica, è venerato anche da quella ortodossa e da quella copta. Si celebra l’11 novembre, giorno dei suoi funerali avvenuti nell’odierna Tours. È considerato uno dei grandi santi di Gallia insieme a Dionigi, Liborio , Privato, Saturnino, Marziale, Ferreolo e Giuliano. È uno dei fondatori del monachesimo in Occidente.

11 novembre 1974 –  Nasce Leonardo Di Caprio, il “golden boy” del cinema hollywoodiano. Nato a Los Angeles appena 19 enne recita accanto a Robert De Niro in “Voglia di ricominciare” e nello stesso anno conquista la prima nomination agli Oscar, come “attore non protagonista”, con “Buon compleanno Mr. Grape”. La sua notorietà schizza alle stelle nel 1997 con il colossal Titanic. Il periodo della maturità coincide con la lunga collaborazione con Martin Scorsese, foriera di successi quali “Gangs of New York”, The Aviator, che gli vale il Golden Globe come “miglior attore protagonista”, e “The Departed – Il bene e il male”. Nominato cinque volte agli Oscar, nel 2013 è protagonista a Cannes grazie al ruolo principale in Il Grande Gatsby. L’anno seguente porta a casa il secondo Globe e sfiora due statuette per The Wolf of Wall Street, da lui prodotto ed interpretato. L’Oscar come “miglior attore protagonista” arriva nel 2016, con il ruolo del cacciatore di pelli Hugh Glass in Revenant – Redivivo.

 

11 novembre 1928 – Venne dimostrato da uno studente di Ingegneria della University of Southern California, Fred Cohen, per la prima volta di che cosa è capace un virus. Accadde Durante un corso di sicurezza informatica e venne propagato attraverso un floppy disk, su un programma di grafica denominato VD. In pochi minuti, il software maligno infettò ogni angolo del pc riproducendosi all’infinito e mandando completamente in tilt il sistema. I risultati di questo esperimento, inclusi da Cohen nel saggio Experiments with computer viruses, dimostrarono l’impossibilità di prevenire i virus con qualsiasi algoritmo.

11 novembre 2004 – Muore dopo una lunga agonia Yasser Arafat l’uomo che per 40 anni ha guidato la lotta del popolo palestinese. Terrorista per gli israeliani, eroe e simbolo di un popolo senza terra per i palestinesi, la scomparsa di Arafat significa per i primi ”un punto di svolta” per il processo di pace in Medio Oriente e per i secondi la perdita del padre di una patria mai realizzata. A migliaia i palestinesi, si sono riversati perle strade di Cisgiordania e Gaza, nei campi profughi del Libano e della Giordania dove vivono alcuni dei 4 milioni di esuli, per piangere Abu Ammar, come era chiamato da tutti. Dagli alto parlanti dei minareti riecheggiano versi del Corano e l’annuncio ”Nostro padre è morto”. Nei Territori occupati sono stati dichiarati 40 giorni di lutto.