1 dicembre – Si ricorda oggi la memoria di Sant’Eligio di Noyon. E’ stato un orafo e poi alto funzionario della corte dei re merovingi. Il santo ebbe grande popolarità nel medioevo. Si racconta che avrebbe miracolosamente riattaccato la zampa ad un cavallo. Proprio nel giorno della sua festa, in alcune località francesi, e italiane, si effettua la benedizione dei cavalli. È patrono degli orafi, dei numismatici, dei maniscalchi e dei veterinari.

1 dicembre 1913 – La casa automobilistica statunitense Ford Motor Company perfeziona il metodo della catena di montaggio ed introduce la divisione dei ruoli tra gli operai. Il successo del modello da’ il via all’era detta, appunto, del fordismo, ovvero della produzione di massa. Stress e alienazione degli operai sono ritratti da Charlie Chaplin in “Tempi moderni” e da Fritz Lang in “Metropolis”.

1 dicembre 1925 – E’ pronunciata la sentenza istruttoria nel processo per l’assassinio del deputato socialista Giacomo Matteotti. I mandanti vengono assolti e gli esecutori materiali sono rinviati a giudizio con l’accusa di omicidio involontario. Il reato di sequestro di persona era stato già estinto per una precedente amnistia.

1 dicembre 1935 – Nasce Allen Stuart Konisberg, in arte Woody Allen, regista, attore, sceneggiatore statunitense. La sua intensa produzione e il suo stile cerebrale e raffinato l’hanno reso uno degli autori più rispettati e prolifici dei nostri tempi. I temi affrontati da Allen – dalla crisi esistenziale degli ambienti intellettuali alla rappresentazione spessa autoironica della comunità ebraica newyorchese – rispecchiano la sua passione per la letteratura, la filosofia, la musica, la psicanalisi e soprattutto per la sua città natale, New York,  dove ha vissuto per tutta la vita e dalla quale trae continua ispirazione.